LoVeLy TwInS

Un forum dedicato a gemelli Kaulitz e ovviamente alla loro band!!
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 storia un pò triste

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
kaulitznancy

avatar

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 20.10.07

MessaggioTitolo: storia un pò triste   Mar Ott 23, 2007 9:11 pm

-Bill, che stai facendo?Abbiamo le prove,muoviti, fannullone!-esclamò un bel
ragazzo alto, biondo, con un cappellino a visiera e un piercing al labbro.

-Sì, un attimo Tom, vai avanti con George e Gustav, metto apposto una
cosa...-

Non appena il fratello se ne fu andato Bill Kaulitz si rimise a fissare una
fotografia che aveva trovato tra le sue cose.Era una foto di lui
all'età di dodici anni ma era strana e riportò alla mente del ragazzo alcuni
e Tom ricordi...

FLASH BACK

SBAM!

Cadesti a terra per l'ennesima volta.

-Oh scusa piccola, non ti avevo visto...-

Risatine di scherno.

-Eheh....Guarda Matt, è Bill Kaulitz.-

Risatine di scherno.

-Allora c'ho azzeccato,è proprio una ragazza!-

Risatine di scherno.

-....non sono una ragazza.-

Il dodicenne si rialzò spolverandosi i jeans aderenti e la maglietta,
anch'essa molto aderente. Aveva i capelli neri come l'ebano e una
capigliatura definibile solo con le parole "da manga":capelli corti dietro e
un ciuffo che, partendo dalla fronte, copriva metà del volto pallido e
bellissimo del ragazzino.

Non appena riprese l'equilibrio si vide afferrare per la maglietta.

-Allora dimostramelo, femminuccia.-gli sibilò in faccia il più grosso dei
due bulli che gli erano davanti.Il ragazzo, preso alla sprovvista, rimase
immobile.O forse, più che preso alla sprovvista, era rassegnato.

-Ehi, lasciatelo stare!-

Un ragazzino della stessa età del moretto correva verso i tre, per quanto
molto impacciato dai pantaloni larghissimi e bassissimi che portava.Anche
lui aveva una capigliatura particolare:rasta castani-biondo.

-Ehi, femminuccia, è arrivata la tua guardia del corpo.Si vede che non ti
sai difendere da solo.-

Altre risatine di scherno.

Una scintilla apparve negli occhi nocciola di Bill Kaulitz, che subito cercò
di divincolarsi e di prendere a calci il bulletto, ma venne prontamente
fermato dall'altro ragazzino accorso in suo aiuto, che prima stese l'altro
bullo e poi prese a calci quello che stava praticamente strozzando il
moretto.

Non appena Bill fu caduto a terra, Tom, così si chiamava il "rasta-boy", lo
prese per un braccio,facendolo alzare.

-Corri!!-

I due ragazzini corsero fino all'esterno dell'edificio e si lasciarono
scivolare lungo il muro.

Il rasta-boy prese parola per primo.

-Devi....anf...tenergli testa a quei cretini.-

-......-

-Pensi di farti prendere in giro ancora per molto?????-sbraitò Tom.

-...grazie.-sussurrò Bill.

Tom smise di sbraitare e lo guardò tra l'arrabbiato e l'allibito, poi sbuffò
e chinò il capo.

-Uff......io non so più cosa fare con te, fratellino.-

I due si guardarono un attimo:avevano gli stessi occhi, gli stessi
lineamenti,apparte i capelli e il fatto che il moro aveva un piercing sul
sopracciglio mentre il rasta-boy sul labbro e in più portava un cappellino
con visiera, i due erano completamente identici.....erano gemelli.Bellissimi
gemelli.Bill Kaulitz e Tom Kaulitz.Tom Kaulitz e Bill Kaulitz.

-Cosa vuoi fare adesso?-chiese Tom, quasi premuroso.

-Andiamo a casa, per favore.-

-.....ok.-



----------------------------------

-Biill, Tooom, svegliatevi, oggi avete la foto-ricordo con la classe a
scuola!Farete tardi se non vi svegliate!

-Sì mamma, è Bill che non si sveglia!!-mugugnò Tom dal suo letto.La luce del
giorno filtrava dalle finestre disturbando il sonno del maggiore dei gemelli
Kaulitz...maggiore di dieci minuti ma sempre maggiore, come amava ripetere
al fratello.

-Bill.........svegliati!Brutto dormiglione.....oggi c'è la noiossissima foto
di classe...................ehi,Bill?-cominciò a scuotere quel fagotto che
era il moretto sotto le coperte.

-.....lio.-mugugnò il minore dei gemelli Kaulitz, in tutta risposta.

-Che?-

-Non voglio.-

Stavolta la voce del ragazzo era ferma e aveva un non so chè di malinconico.

-Cosa non vuoi?-chiese perplesso Tom, come se già non lo sapesse.

-Non voglio andarci, e non voglio vedere quelle persone.-

-....Bill, è l'ultimo giorno...-

-Anche un minuto di più è troppo!-il ragazzino si alzò di scatto gettando di
lato il lenzuolo.-Tu non hai i miei stessi problemi!Non puoi capire!-le
parole uscirono come un fiume in piena, che travolse completamente il
"piccolo" Tom Kaulitz.

-.........-

Bill si portò una mano alla bocca, maledicendosi.

-Oh scusa, Tom, non volevo...-balbettò.

-Non importa, andiamo dai, solo un giorno e poi è finita.-


I due gemelli si ritrovarono davanti al cancello della scuola, sotto gli
occhi di tutti. Bhè, di certo non passavano inosservati:Bill aveva un look a
dir poco androgino,unghie nere e ombretto, e Tom sembrava uscito da un video
hip hop, maglia larga a dir poco e pantaloni se possibile ancor più larghi.

Praticamente tutti li additavano, indicando soprattutto Bill e facendosi
"scappare" qualche commento non troppo carino che ovviamente arrivava alle
orecchie del moretto, che,puntualmente, si sentiva a disagio.

-Non dargli ascolto.-

Detto questo, entrarono nell'edificio degli orrori, comunemente chiamato
"scuola"*.

Le prime tre ore passarono tranquille, poi arrivò la ricreazione.

Tom si diresse velocemente verso il bagno, sapendo che ci avrebbe trovato
sicuramente una certa persona.

-Bill.-

Il ragazzo, come ogni giorno, era seduto sul pavimento, abbracciandosi le
ginocchia con le braccia.Era l'unico rifugio dai bulli che lo ossessionavano
appena lo trovavano solo, cioè quasi sempre, visto che non aveva molti
amici.

Tom si inginocchiò davanti al gemello.

-Bill, tra poco c'è la foto......stai bene?-

Il moretto alzò gli occhi, rivelando un striscia di mascara che colava lenta
sulla sua guancia.

-Tom, io.......ho qualcosa che non va?-sbiascicò all'improvviso.

Il ragazzo si infiammò (si arrabbiò, mica arrossìXD) non appena sentì quelle
parole e si gettò sul fratello, abbracciandolo.

-Tu sei meglio di chiunque altro Bill, e lo sai. Non farti abbattere da
quello che dicono gli altri, loro non possono capire.Sei come sei e non c'è
niente di meglio.-

Bill, in quel momento, ringraziò il cielo di non essere figlio unico.Nessuno
poteva capirlo meglio di suo fratello.

Suonò la campanella. I gemelli uscirono dal bagno, Tom accompagnò Bill fino
alla porta della sua aula e mentre il moretto stava per entrare lo bloccò.

-Aspetta.........tieni.-

Si tolse il cappellino a visiera e lo porse al gemello.

-Ma...il tuo cappello...-

-Mettitelo, fai quella stupida foto e non pensarci più.-detto questo, il
maggiore dei gemelli Kaulitz girò sui tacchi e se ne andò, lasciando il
fratello con un cappellino azzurro in mano e l'aria un po' stralunata.

Il fotografo arrivò spaccando il secondo con il suo viso da topo e il
sorriso tirato.

-Mettetevi in posa, prego.-

Tra spintoni e calci vari Bill Kaulitz riuscì a trovarsi un posto dietro a
tutti.

-Ok, ora tutti fermi....3,2...-

Il ragazzino si rigirò il cappellino fra le mani e poi, deciso, se lo calò
sugli occhi.

-...1, cheese!-

FINE FLASH BACK

In quel momento, 5 anni dopo, un Bill Kaulitz cresciuto sorrise ripensando a
quell'episodio e ripose la foto in una valigia.Sentendo che il fratello
sbraitava dal piano di sotto, urlando che non ne poteva più di aspettare un
certo "Mister Dormiglione" con una certa "Espressione Eternamente Ebete" si
sbrigò a lasciare la stanza, ridendo.


Ed ecco perchè nella foto di classe dei gemelli Kaulitz si può notare come
Tom non abbia il suo solito cappellino e guardi, tra l'altro, verso il
basso, mentre Bill indossi un cappellino azzurro che ne copre quasi tutto il
viso. Si può notare, inoltre, le loro espressioni tutt'altro che felici, e
di questo si possono ringraziare i loro compagni che li hanno tormentati per
tutta la loro carriera scolastica, grazie mille.

Chissà, forse se avessero saputo che i gemelli avrebbero fondato una band
che ora ha sfondato in tutta Europa e non solo, ci sarebbero andati più
piano.Peggio per loro
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
storia un pò triste
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» la storia dell'imperatore
» Storia WHFB e W40K
» Ciao amici.....giornata triste
» La Storia del Lotto
» La storia di warhammer 40.000

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LoVeLy TwInS :: Gemelli Kaulitz :: Gemellini :: Interviste!!-
Andare verso: